Menu Chiudi

SUPERBONUS 110%

Scopri come sfruttare la detrazione del 110% per ristrutturare e mettere in sicurezza la tua abitazione.

Quando è possibile fruire dei benefici del Superbonus 110%?
L’art. 119 del Decreto Rilancio ha previsto la possibilità di portare in detrazione il 110% delle spese sostenute dal 1 luglio 2020 al 31 dicembre 2021 per la ristrutturazione e la messa in sicurezza degli edifici, da ripartire in 5 quote annuali di pari importo a partire da quello in cui sono state sostenute le spese.

Il Superbonus viene riconosciuto solo nel caso in cui la classe energetica dell’edificio migliori di almeno due classi.

Quali interventi rientrano nel Superbonus?
Il Decreto Rilancio prevede degli interventi che accedono direttamente al Superbonus (c.d. interventi trainanti) e altri che possono accedervi solo se effettuati congiuntamente ai primi (c.d. interventi trainati).

Interventi trainanti (accedono direttamente al Superbonus):

  1. isolamento termico delle superfici opache verticali, orizzontali o inclinate che interessano l’involucro dell’edificio con un’incidenza superiore al 25% (max 50.000€);
  2. sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale sulle parti comuni (max 20.000€ per unità immobiliare);
  3. sostituzione di impianti di climatizzazione invernale sugli edifici unifamiliari o sulle unità immobiliari di edifici plurifamiliari funzionalmente indipendenti (max 30.000€);
  4. interventi antisismici (max 96.000€ per unità immobiliare).

Interventi trainati (accedono al Superbonus se effettuati congiuntamente ai trainanti):

  • acquisto e posa in opera di finestre comprensive di infissi;
  • installazione di pannelli solari/collettori solari;
  • acquisto e posa in opera di sistemi di micro-cogenerazione in sostituzione di impianti esistenti;
  • acquisto, installazione e messa in opera di dispositivi multimediali per controllo da remoto;
  • installazione di impianti solari fotovoltaici connessi alla rete elettrica su edifici (max 48.000€);
  • installazione contestuale o successiva di sistemi di accumulo integrati negli impianti solari fotovoltaici agevolati;
  • installazione di colonnine per la ricarica di veicoli elettrici negli edifici.

Chi può usufruire del Superbonus?

  • condomini;
  • persone fisiche, al di fuori dell’esercizio di attività di impresa, arti e professioni, su un numero massimo di due unità immobiliari, fermo restando il riconoscimento delle detrazioni per gli interventi effettuati sulle parti comuni dell’edificio;
  • dagli Istituti autonomi case popolari (IACP) per interventi realizzati su immobili, di loro proprietà ovvero gestiti per conto dei comuni, adibiti ad edilizia residenziale pubblica;
  • dalle cooperative di abitazione a proprietà indivisa, per interventi realizzati su immobili dalle stesse posseduti e assegnati in godimento ai propri soci;
  • dalle organizzazioni non lucrative di utilità, dalle organizzazioni di volontariato e dalle associazioni di promozione sociale;
  • dalle associazioni e società sportive dilettantistiche, limitatamente ai lavori destinati ai soli immobili o parti di immobili adibiti a spogliatoi.

Quali sono le novità che permettono ai contribuenti di ristrutturare a “costo zero”

  • detrazione: il contribuente può decidere di portare in detrazione le spese effettuate per un importo pari al 110% del loro ammontare da ripartire in 5 quote annuali di pari importo a partire da quello in cui sono state sostenute le spese (in questo modo, dopo 5 anni, il contribuente non solo avrà recuperato le spese sostenute, ma avrà anche conseguito un guadagno del 10% sulle stesse);
  • sconto in fattura, ovvero uno sconto sul corrispettivo dovuto, fino a un importo massimo pari al corrispettivo stesso, anticipato dai fornitori che hanno effettuato gli interventi e da questi ultimi recuperato sotto forma di credito d’imposta, di importo pari alla detrazione spettante, con facoltà di successiva cessione del credito ad altri soggetti, compresi gli istituti di credito e gli altri intermediari finanziari;
  • cessione del credito, che consente al contribuente di cedere la detrazione fiscale maturata ad altri soggetti, compresi gli istituti di credito e gli altri intermediari finanziari. Le opzioni dello sconto in fattura e della cessione del credito possono essere esercitate anche a fine lavori o per stato di avanzamento (SAL) e necessitano del Visto di Conformità.

Cosa facciamo per voi?

I consulenti di Staff Network supportano i proprietari/detentori di immobili e di unità immobiliari, gli amministratori di condominio, i tecnici e le imprese nell’intricato iter burocratico-amministrativo dell’agevolazione Superbonus 110%.

Il risultato è un’offerta di consulenza integrata ad alto valore aggiunto perfettamente rispondente alle esigenze di istituti finanziari, imprese edili e impiantiste, amministratori di condominio e proprietari immobiliari che, coinvolti in articolati progetti di ristrutturazione e miglioramento energetico, vogliono avere certezza dei requisiti utili per accedere ai benefici fiscali del cosiddetto “Superbonus 110%”.